lvrncl

ANDRA TUTTO BENE | DIARIO DI UNA QUARANTENA

Distanza sociale, non toccarsi, ritiro in casa, diffidenza, angoscia, paura:  sono solo alcune delle caratteristiche tipiche del disagio psichico.

Chi avrebbe mai immaginato che ci sarebbe stato un momento in cui tutti, contemporaneamente, nel mondo intero,  avremmo provato in modo così totalizzante una serie di emozioni, preoccupazioni e pensieri che in un modo o nell’altro ci avrebbero avvicinati alla sofferenza delle persone con un disagio psichico?

Come coordinatrice dei Centri Diurni che hanno realizzato questo diario sono molto orgogliosa e fiera del risultato e di come gli utenti hanno saputo dar voce, in modo così semplice ed emotivamente coinvolgente, ai loro vissuti e pensieri durante la pandemia Covid. 

Mi piace pensare che chi si avvicinerà a questo diario potrà anche ritrovare se stesso, i momenti e le paure di quanto vissuto. 

Basaglia diceva che “la follia è vita, tragedia, tensione; la malattia mentale è invece il vuoto, il ridicolo, la manipolazione di una cosa che non c’è”  come a dire che finché pensiamo alla malattia mentale come qualcosa di esterno a noi è più semplice difendersi e allontanarsi, quando invece comprendiamo che fa parte della vita di tutti è possibile avvicinarsi e comprendere meglio noi stessi e gli altri anche se ci appaiono più fragili, strani, problematici ….. 

Concludo con una frase di un nostro utente, detta durante uno dei tanti momenti di contatto a distanza dei mesi scorsi: 

“A casa si ha la percezione di essere tutti uguali. 

Ma quando finirà temo che il gap fra le persone e le diverse condizioni sociali riemergeranno di nuovo…penso!” (P.).

Sarebbe bello pensare che non sarà così caro P,  ma che aver condiviso un sentire comune ci potrà guidare ad essere meno lontani e meno diffidenti tra noi e la nostra umanità, in tutte le sue forme e possibilità…

Ringrazio quanti hanno pensato, attivato e portato a termine questo lavoro. 

Buona Lettura | Morena Costa | Coordinatrice Area Salute Mentale

progetto steam

LABORATORI ESTIVI A VALDAGNO DAL 5 AL 30 LUGLIO
Science Technology Engineering Art Mathematics

Il Comune di Valdagno in collaborazione con la Cooperativa Sociale Studio Progetto presenta il Progetto STEAM – laboratori scientifici ed artistici per bambini e ragazzi per tutto il mese di luglio
Dal 5 al 16 luglio con orario 9.00 – 12.00
LABORATORI SCIENTIFICI
rivolti a bambini e ragazzi dagli 8 ai 12 anni.
Costo settimanale 30 euro
Iscrizioni entro il 2 luglio qui (https://bit.ly/laboratoriscientifici)

INFO: giulia.dallalibera@studioprogetto.org
328.1084328

Dal 19 al 30 luglio con orario 9.00 – 12.00
LABORATORI ARTISTICI
rivolti a ragazzi dai 12 ai 17 anni.
Costo settimanale 82 euro
Iscrizioni entro il 15 luglio qui (https://bit.ly/laboratoriartisctici)

INFO: giulia.dallalibera@studioprogetto.org
328.1084328


Più ne SAI meglio è

Il progetto SAI del Comune di Valdagno, gestito da Studio Progetto Cooperativa Sociale, è attivo dal 2018, e continuerà almeno fino al 2023. 

ll SAI, acronimo che indica il nuovo Sistema di accoglienza e integrazione  sostituisce il SIPROIMI, introdotto dal primo Decreto Sicurezza nel 2018, che a sua volta aveva rimpiazzato il modello SPRAR.
La nuova struttura permette  l’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale oltre che dei titolari di protezione, dei minori stranieri non accompagnati, nonché degli stranieri in prosieguo amministrativo affidati ai servizi sociali, al compimento della maggiore età. Possono essere accolti, inoltre, i titolari dei permessi di soggiorno per protezione speciale, per casi speciali (umanitari in regime transitorio, titolari di protezione sociale, vittime di violenza domestica, vittime di sfruttamento lavorativo), le vittime di calamità, i migranti cui è riconosciuto particolare valore civile, i titolari di permesso di soggiorno per cure mediche. Nell’ambito del Sistema sono previsti due livelli di servizi di accoglienza; al primo livello accedono i richiedenti protezione internazionale e al secondo livello, finalizzato all’integrazione, accedono tutte le altre categorie sopra elencate.
(fonte www.retesai.it)

Il Sistema è composto da una rete di enti locali impegnati in progetti di accoglienza integrata e rafforza una cultura dell’accoglienza e favorisce percorsi di inserimento socio-economico:  tutti i progetti SAI includono attività di accompagnamento sociale, conoscenza del territorio e accesso ai servizi locali.

All’interno dei progetti SAI si insegna la lingua italiana e si assicura la scolarizzazione di tutti i minori in età d’obbligo. 

Il SAI del Comune di Valdagno: un pò di dati:

  • 31 posti attivi
  • 85 persone accolte dall’inizio del progetto
  • oltre 40 tirocini avviati
  • oltre 50 laboratori per l’integrazione e corsi professionalizzanti avviati
  • 20 eventi pubblici promossi sui temi dell’integrazione
  • oltre 40 inserimenti abitativi


IL VIDEO

In occasione della giornata mondiale del rifugiato 2021 vi raccontiamo con un video cos’è il SAI (Sistema di Accoglienza ed Integrazione). Qual è la quotidianità dei beneficiari del progetto e di chi vi lavora? Quali sono i loro sogni? Quali motivi hanno spinto l’amministrazione comunale ad aderire alla rete SAI? Il video risponde a queste e ad altre domande, sempre partendo dal presupposto che “Più ne SAI meglio è”.

In occasione della giornata mondiale del rifugiato 2021 vi raccontiamo con un video cos’è il SAI (Sistema di Accoglienza ed Integrazione). Il comune di Valdagno è titolare di un progetto SAI, con Studio Progetto nel ruolo di ente attuatore. Qual è la quotidianità dei beneficiari del progetto e di chi vi lavora? Quali sono i loro sogni? Quali motivi hanno spinto l’amministrazione comunale ad aderire alla rete SAI? Il video risponde a queste e ad altre domande, sempre partendo dal presupposto che “Più ne SAI meglio è”.

PULMINI PULMINI PULMINI

 

UNA… ANZI DUE POSSIBILITA’ PER TUTTI I SOCI
Da questi giorni infatti saranno messi a disposizione due pulmini che potranno essere utilizzati dai soci.

  • furgone del restauro
  • pulmino attrezzato per il trasporto disabili

per poterli utilizzare il socio dovrà

  • contattare gli uffici amministrativi per richiedere la disponibilità
  • sottoscrivere un contratto (vedi in allegato) per il noleggio dei furgoni di cooperativa.
  • è richiesto un rimborso km.
  • per il furgone attrezzato prima del noleggio, deve accordarsi telefonicamente con il ns dipendente Checchetto Lucio per una breve  formazione su come mettere in sicurezza la carrozzina. Importante è il preavviso chiamando al cell.  3402741726.

progetto zileri

PROGETTO ZILERI

UNO SPAZIO
CONDIVISO

Studio Progetto ha allargato i propri orizzonti inserendosi all’interno di un contesto di straordinaria bellezza culturale e naturalistica presso Villa Zileri a Monteviale.

Con un Progetto Sperimentale Integrato a carattere diurno, inserito nella rete di servizi del territorio, con i quali è funzionalmente collegato, si rivolge a:

  • persone con Disabilità acquisita 
  • persone con Disabilità acquisita che raggiunti i 65 anni desiderano dare continuità al loro progetto di vita

L’attenzione è volta ad aumentare la partecipazione territoriale e la creazione di nuove sinergie attraverso l’ampliamento dell’offerta dei servizi a favore dell’inclusione sociale.

I percorsi si integrano e si articolano in: 

  • Culturale: collaborazioni con il circuito turistico all’interno della villa e uscite nel territorio.
  • Ambientale: immersione nella natura, contatto con gli animali, esperienze propedeutiche semi lavorative, contemplative e terapeutiche.
  • Relazionale: laboratori di stimolazione cognitiva,  attività educative e momenti di convivialità

contatti

Coordinatore Area Disabilità
Dott.ssa Diana Sartori

diana.sartori@studioprogetto.org
+39 3292016324

Referente del Progetto Zileri
Educatore Professionale Nicola Olivieri

nicola.olivieri@studioprogetto.org
+39 3891034164

SMASCHERATI: sergio

Nome
Sergio.
Una tua qualità, una tua peculiarità
Sono pieno di super poteri completamente inutili ma tra quelli utili sono molto creativo.
Cosa fai in Studio Progetto
Sono uno youth worker ed un trainer.
Cosa ti piace del tuo lavoro o del tempo che passi in Studio Progetto
DeIl mio lavoro mi permette di applicare i miei valori alla prassi quotidiana, questo per me è fonte di evoluzione personale.
Come stai affrontando questi mesi
Penso molto, mi guardo dentro e cerco di essere felice delle cose belle che mi circondano, di celebrare la loro semplice bellezza, parlo del sole, delle stelle di notte, del silenzio, del risveglio della natura, del cibo preparato con amore, del dono agli altri. Sono questi i pilastri per costruire il futuro.
Esprimi un desiderio, immagina il tuo futuro 
Il mare, nuotare, viaggiare, imparare e riportare tutto a casa. Poi ricominciare.

ELEVATOR CAMP-DIGITAL STORYTELLING

La Cooperativa Sociale Studio Progetto Soc. Coop. Soc., in partenariato con Fondazione Centro Produttività Veneto ente gestore del progetto, Soroptimist Club di Vicenza e l’Associazione Donna chiama Donna onlus e Camera di Commercio di Vicenza, promuove un percorso gratuito di formazione sull’autoimpiego e l’autoimprenditorialità rivolto a donne disoccupate/inoccupate, finanziato dal Fondo Sociale Europeo dal titolo: 
DIGITAL STORYTELLING: 
L’ARTE DELLA NARRAZIONE A SUPPORTO  DELL’IMPRESA 
(FRV 21423)

Il percorso, inserito nel progetto “POST COVID 19: ripartire dalle donne” finanziato dalla  Regione Veneto e dal FSE (DGR 526 – Il Veneto delle donne. Strumenti per la valorizzazione dei percorsi professionali e la partecipazione al mercato del lavoro), si propone di aumentare  l’occupazione femminile ed incrementare la permanenza delle donne nel mercato del lavoro,  anche favorendo la diffusione della cultura d’impresa, dell’autoimpiego e  dell’autoimprenditorialità.

DESTINATARI E REQUISITI DI AMMISSIONE
Il percorso coinvolgerà 6 donne disoccupate*, inoccupate e inattive residenti o domiciliate nel  territorio della Regione del Veneto motivate a mettersi in proprio.
Requisito preferenziale sarà aver frequentato percorsi sull’autoimpiego e  l’autoimprenditorialità ed avere un’idea d’impresa strutturata. 
Data l’indicazione da parte della Regione Veneto in riferimento al DCPM 3 Novembre 2020 e successivi, salvo ulteriori indicazioni, tutte le attività verranno svolte online in modalità FAD. Si selezioneranno pertanto SOLO candidate dotate della strumentazione necessaria per partecipare alle lezioni (pc dotato di webcam, connessione in grado di sostenere la partecipazione a videoconferenze tramite zoom/google meet).

COMPETENZE 
Durante il percorso le partecipanti impareranno quali sono i principi alla base dello Storytelling  e perché questo modo di raccontarsi possa avere effetti positivi nel comunicare se stessi e/o la  propria impresa. Conosceranno inoltre alcune tecniche di costruzione e di scrittura tipiche dei  contenuti digitali di successo. 
 
CONTENUTI

  • Lo Storytelling per raccontare se stesse e i propri progetti 
  • Come studiare il pubblico per capire cosa scrivere 
  • Come scrivere sui Social Network grazie alle formule dello Storytelling 

L’intervento, si inserisce all’interno del progetto “Post covid-19: ricominciare dalle donne” finanziato dal Fondo Sociale Europeo e dalla Regione del Veneto. Nel corso dell’ultimo giorno è  prevista la presentazione da parte di ogni singola partecipante della propria idea d’impresa di fronte  ad un piccolo pubblico composto da imprenditrici, consulenti e potenziali finanziatori  

SEDE E PERIODO DI SVOLGIMENTO
Il corso si svolgerà in modalità da remoto (DCPM 3 Novembre 2020 e successivi) nelle seguenti date

  • mercoledì 5 maggio    09.00-13.00 e 14.00-16.00
  • mercoledì 12 maggio  09.00-13.00 e 14.00-16.00 

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Le persone interessate in possesso dei requisiti di ammissione devono inviare via mail o  consegnare a mano la domanda di partecipazione (allegata) entro il 03.05.2021 presso  Studio Progetto Soc. Coop. Soc, via Monte Ortigara 115/b, mail:spl@studioprogetto.org. Un’apposita commissione, il cui giudizio è insindacabile, verificherà i parametri di ammissibilità  (vedi requisiti di ammissione) e valuterà le domande di partecipazione. Verrà tenuta in  considerazione la coerenza del fabbisogno espresso dal candidato rispetto al percorso. Non è  richiesto uno specifico titolo di studio. 

DOCUMENTI DA PRESENTARE 

  • Domanda di partecipazione (ALLEGATO 1) 
  • per i candidati disoccupati: DID Dichiarazione di Immediata Disponibilità (ottenibile presso il  Centro per l’Impiego di competenza territoriale) 
  • fotocopia fronte retro della carta d’identità in corso di validità 
  • fotocopia fronte/retro del codice fiscale 
  • fotocopia permesso di soggiorno in corso di validità (se cittadine extracomunitarie) 

INFORMAZIONI
Studio Progetto Soc. Coop. Soc., ufficio Servizi per il Lavoro
tel. 335 329565 Silvia Fugagnollo (Lun. – Ven. 9.00 – 13.00)
via Monte Ortigara 115/b, 36073 Cornedo Vicentino 

EI TEAM

EI TEAM è un nuovo percorso studiato dall’area Infanzia Minori Giovani per aiutare i bambini ad affrontare le loro piccole e grandi sfide emotive.Strutturato in 4 laboratori parleremo di:

AUTOREGOLAZIONE (partenza in aprile)
GESTIONE DELLE EMOZIONI (partenza in aprile)
GESTIONE DELLA RABBIA
AUTOSTIMA

🟢 Ogni laboratorio prevede 8 incontri di gruppo
🟠 In Piccolo Gruppo di max 5 bambini
🟢 Presso la sede della Cooperativa Studio Progetto a Cornedo Vicentino
🟠 Laboratori dedicati ai bambini della scuola primaria

INFO E ISCRIZIONI ENTRO IL 15 APRILE:
cell: 340 423 7510 e-mail: claudia.donadello@studioprogetto.org

p.s. vado matto per i laboratori ben riusciti

sulla rotta balcanica

Cosa ne sappiamo veramente di chi percorre la Rotta Balcanica cercando protezione in Europa?

Ne abbiamo parlato lunedì 22 marzo in diretta con Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi di Linea d’Ombra ODV e l’assessore del comune di Valdagno Tiziana De Cao

SMASCHERATI: BARBARA

Nome
Barbara.
Una tua qualità, una tua peculiarità
Nonostante tutto…sempre avanti!
Cosa fai in Studio Progetto
Dopo essere stata per anni coordinatore dell’area sanità, ora svolgo, felicemente, il mio lavoro come assistente di studio Al Maglio in Salute.
Cosa ti piace del tuo lavoro o del tempo che passi in Studio Progetto
Del mio ruolo precedente mi è piaciuta la possibilità di progettare. Investire in nuove sfide. Sfidare. Ora prediligo il contatto con le persone, “pazienti” (sostantivo ed aggettivo).
Come stai affrontando questi mesi
Questi mesi sono stati molto difficili e credo che lo saranno ancora di più i prossimi. L’area sanità è indubbiamente quella più esposta ai cambiamenti in atto a causa del COVID ma è pur sempre l’area che ci darà la possibilità di investire, cercando di cambiare l’ordine delle cose, con l’eticità che ci contraddistingue come organizzazione.
Esprimi un desiderio, immagina il tuo futuro 
PENSIONE!!!!! E poi via… in qualsiasi direzione. Mi auguro che, quanto prima, mi diano la possibilità di viaggiare e raggiungere i paesi che sento più vicini a me…
error: Contenuto protetto !!
it_IT